chemioterapia per il cancro ovarico: aiutare il medico a capire le preferenze

Come con diagnosi di cancro ovarico è spaventoso, ma è una malattia curabile. Tuttavia, non vi è un one-size-fits-all approccio al trattamento del cancro ovarico. Parlate con il vostro oncologo per determinare che cosa funziona meglio per voi.

Perché c’è un sacco di informazioni da assorbire, può essere schiacciante all’inizio. Scrivete le vostre domande prima dell’appuntamento (vedi la nostra lista di controllo stampabile) e porre le domande più pressanti prima in modo che non si esegue fuori del tempo durante la vostra visita preliminare.

Fiancheggiano l’utero sono le due ovaie, ciascuno delle dimensioni di una mandorla, che producono le uova e gli ormoni femminili. Il cancro ovarico può verificarsi a qualsiasi età, anche durante l’infanzia, ma è più comune dopo la menopausa. I conti malattia per circa 22.000 nuovi casi e circa 15.000 decessi ogni anno nel fuori degli USA; Durante i suoi anni di gravidanza, le ovaie di una donna consegnano le uova verso l’utero attraverso le tube di Falloppio. Le ovaie sono sensibili a diversi tipi di escrescenze, spesso cisti benigne, …

Chemioterapia, che utilizza farmaci per uccidere le cellule tumorali, di solito è consigliato dopo l’intervento chirurgico per curare la maggior parte delle fasi del cancro ovarico. Il cancro ovarico è in genere sensibile alla chemioterapia.

Ci sono diversi modi per amministrare la chemioterapia, ad esempio per via orale o iniezioni nel muscolo. La chemioterapia per il cancro ovarico è di solito somministrato per via endovenosa (IV) – in una vena – o farmaci sono iniettati attraverso un catetere o una porta nel vostro addome, chiamata la chemioterapia intraperitoneale (IP).

Chiedi al tuo medico se sei un candidato per IP. La ricerca mostra che le donne che hanno ricevuto sia IV e chemioterapia IP sono più lunghe rispetto alle donne che hanno ricevuto solo la chemioterapia IV libera da malattia (e hanno un tasso di sopravvivenza più alto), ma hanno anche sperimentato più gravi effetti collaterali come stanchezza, dolore, e conta ematica bassi .

Una linea centrale, chiamato anche catetere venoso centrale (CVC), può essere somministrato prima del trattamento chemioterapico. Un CVC è un tubo cavo che viene inserito in una vena grande, e può rimanere nel corpo per un periodo di tempo molto più lungo. CVC consentire un percorso più facile per i farmaci IV e richiedono diversi livelli di cura. Il tipo di CVC utilizzato si basa su quanto tempo vi sarà sempre il trattamento, quanto tempo ci vuole per infondere ogni dose della chemioterapia, le preferenze, le preferenze del medico, la cura necessaria per mantenere il CVC, e il suo costo. Parlate con il vostro medico circa il tipo di linea centrale che lui o lei raccomanda per voi.

È probabile che riceverà una combinazione di farmaci chemioterapici. La maggior parte degli oncologi svolte negli Stati Uniti considerano chemioterapia di combinazione più efficace di un singolo farmaco nel trattamento del cancro ovarico.