CIDP: scoprire quali trattamenti possono aiutare

Grifols.

Neil Lava, M; il 24 Agosto 2015

Polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica (CIDP) è una condizione grave, ma è curabile. Quanto prima si sta diagnosticati e prima si comincia trattamenti, maggiori sono le possibilità avrete un buon risultato.

Fino al 80% delle persone con CIDP rispondono bene a uno o più di questi trattamenti

Il primo trattamento usato è spesso corticosteroidi. Sono farmaci che portano verso il basso l’infiammazione e rallentare il sistema immunitario. Si ritiene che in CIDP, i danni del sistema immunitario le guaine in tutto nervi, chiamato mielina. Prese ogni giorno, i corticosteroidi possono prevenire quel danno.

Questi farmaci hanno effetti collaterali, tra cui la pressione arteriosa alta, mal di stomaco, sbalzi d’umore, irritabilità, irrequietezza, e aumento di peso. Alcune persone sono maggiormente in grado di gestire gli effetti collaterali rispetto ad altri.

Altri farmaci che sopprimono il sistema immunitario, come azatioprina, possono essere utilizzati insieme con corticosteroidi.

In plasmaferesi (PE), il sangue viene rimosso e la parte fluida di esso (il plasma) viene estratto e sostituito con il nuovo plasma. Quel nuovo plasma, insieme con le cellule del sangue e delle piastrine originali, vengono messi di nuovo nel vostro corpo. Questo può rallentare il vostro il vostro sistema immunitario.

E ‘fatto da professionisti in centri specializzati in PE. Un tubo è collocato in una grande vena o nel collo o sotto la clavicola. In genere è necessario ripetere PE cinque volte, ogni altro giorno, per 10 giorni.

Uno studio ha trovato che il 80% delle persone che ottengono PE vedere un sacco di miglioramento. Ma dura solo per poche settimane alla volta. E se il trattamento viene interrotto presto, si rischia di perdere i benefici.

PE può essere costoso. Le complicazioni, anche se raro, possono includere un battito cardiaco anomalo, gli squilibri di sale nel sangue, infezioni, e sanguinamento.

PE può essere utilizzato insieme ad altri trattamenti.

In IVIG, gli anticorpi da persone sane vengono iniettate in una vena, di solito nel vostro avambraccio. Si può rallentare il sistema immunitario del corpo. Molte persone mostrano miglioramento dei sintomi in 3 a 5 giorni dopo il trattamento, e può durare fino a 6 settimane. IVIG può essere ripetuta tutte le volte che una volta al mese.

CIDP è una malattia neurologica caratterizzata da affaticamento e / o debolezza progressiva, formicolio o intorpidimento delle braccia e delle gambe. GAMUNEX-C può contribuire a ridurre i sintomi.

Se si prende GAMUNEX-C o di un prodotto simile immunoglobuline, si potrebbe sperimentare una grave e pericolosa per la vita coagulo di sangue (tromboembolismo), che possono includere dolore e / o gonfiore di un braccio o una gamba con calore sopra l’area interessata, decolorazione della un braccio o una gamba, mancanza inspiegabile di respiro, dolore o fastidio al petto che peggiora sulla respirazione profonda, polso rapido inspiegabile, intorpidimento o debolezza su un lato del corpo. Si hanno maggiori probabilità di sviluppare un coagulo di sangue, se avete una storia di indurimento delle arterie (aterosclerosi), ictus, attacco cardiaco, o insufficienza cardiaca (basso volume di sangue pompato dal cuore). Si può anche essere più probabilità di ottenere un coagulo di sangue se è anziano, se si dispone di un disturbo di coagulazione del sangue, se siete inattivi per lunghi periodi di tempo (ad esempio, lungo riposo a letto), se si utilizza estrogeni, o se hai ispessimento del tuo sangue. Per i pazienti a rischio, GAMUNEX-C deve essere somministrato alla dose più bassa e più lenta velocità di infusione che è pratico. Tuttavia, coaguli di sangue possono verificarsi in assenza di uno qualsiasi dei fattori di rischio noti. I pazienti devono essere ben idratati bevendo acqua a sufficienza prima GAMUNEX-C viene somministrata. Informi immediatamente il medico se la vostra storia medica è simile a quanto descritto qui, e soprattutto se si iniziano ad avere uno di questi sintomi durante l’assunzione di GAMUNEX-C.

Se si prende GAMUNEX-C o di un prodotto simile immunoglobuline per via endovenosa, si potrebbe sperimentare gravi malattie renali e morte. Si possono avere sintomi di diminuzione della minzione, improvviso aumento di peso, gonfiore alle gambe (edema), o mancanza di respiro. Si hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia renale grave se si dispone già di un problema ai reni, hanno tipo II diabete mellito, o sono più di 65 anni Si hanno maggiori probabilità di sviluppare gravi malattie renali se è disidratato, hanno una infezione del sangue (sepsi) , hanno un alto contenuto di proteine ​​nel sangue, o se si ricevono altri farmaci che sono dannosi per i reni. Informi immediatamente il medico se la vostra storia medica è simile a quanto descritto qui, e soprattutto se si iniziano ad avere uno di questi sintomi durante l’assunzione di GAMUNEX-C.

Si hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia renale grave se si prende un prodotto immunoglobuline per via endovenosa che contiene zucchero (saccarosio). GAMUNEX-C non contiene zucchero. Se la situazione si fa più probabilità di avere una malattia renale grave, si dovrebbe prendere GAMUNEX-C alla concentrazione più bassa disponibile e la velocità di infusione più lento che è pratico.

Non prendere GAMUNEX-C, se si dispone di una allergia al immunoglobuline. Informi il medico se ha avuto una grave reazione ad altri farmaci che contengono immunoglobulina umana. Inoltre informi il medico se si hanno deficit di immunoglobulina A (IgA). Se si dispone di una reazione grave durante l’assunzione di GAMUNEX-C, smettete immediatamente di prenderlo e informare il medico.

Leggere le informazioni GAMUNEX-C prescrittive complete; US / GX / 1215/0191

monitoraggio periodico della funzione renale e della diuresi è particolarmente importante nei pazienti più probabilità di avere una grave malattia renale.

Si potrebbe sperimentare altri problemi gravi e pericolose per la vita a causa di immunoglobuline. Si potrebbe ottenere un problema ai polmoni chiamato danno polmonare acuto associato alla trasfusione, noto anche come TRALI, o di avere liquido nei polmoni (edema polmonare), che non è il risultato di insufficienza cardiaca. Si potrebbe ottenere un problema del sangue chiamata anemia emolitica (sintomi comuni includono aumento della frequenza cardiaca, affaticamento, pelle e occhi gialli, e nelle urine di colore scuro). Si potrebbe ottenere la meningite asettica, un tipo di infiammazione cerebrale con sintomi di forte mal di testa, rigidità del collo, affaticamento, febbre, sensibilità alla luce, i movimenti degli occhi dolorosi, nausea e vomito.

Se si dispone di più alti del normale volumi fluidi del corpo o se si dispone di una condizione in cui l’aumento del volume del fluido corpo può essere una preoccupazione, una dose maggiore, come ad esempio 1 g / kg per 1-2 giorni, non è raccomandato.

Perché GAMUNEX-C è costituito da sangue umano, può comportare un rischio di trasmissione di agenti infettivi come virus, e, in teoria, la malattia di Creutzfeldt-Jakob agente (CJD).

Non si può prendere GAMUNEX-C per via sottocutanea, se si dispone di ITP. Se si dispone di ITP e prendere GAMUNEX-C per via sottocutanea, si potrebbe sperimentare una gravissima ferita e nero e blu pericolosa per la vita (ematoma, che è una sacca di sangue all’interno di un tessuto).

Dopo aver scattato GAMUNEX-C, i livelli di anticorpi nel sangue possono aumentare, il che potrebbe causare alcuni test anticorpali sangue per dare risultati falsi.

Gli effetti indesiderati più comuni in uno studio clinico con pazienti PIDD che ha ottenuto iniezioni sottocutanee di GAMUNEX-C sono stati arrossamento, gonfiore e prurito al sito di infusione, mal di testa, affaticamento, dolore (compreso il dolore alla schiena, articolazioni braccia e gambe), e febbre. Negli studi clinici con pazienti PIDD che ha ottenuto GAMUNEX-C per via endovenosa, gli effetti indesiderati più comuni sono stati: cefalea, tosse, nausea, infiammazione della gola (che è la causa più comune di mal di gola), e rash e arrossamento, gonfiore e prurito al il sito di iniezione. In uno studio clinico con pazienti CIDP che ha ottenuto GAMUNEX-C per via endovenosa, gli effetti indesiderati più comuni sono stati: cefalea, febbre, brividi, ipertensione, rash, nausea e debolezza fisica. Negli studi clinici con pazienti con PTI che ha ottenuto GAMUNEX-C per via endovenosa, gli effetti indesiderati più comuni sono stati: cefalea, vomito, febbre, nausea, mal di schiena, e rash.

I più gravi effetti collaterali in studi clinici sono stati un coagulo di sangue al polmone (embolia polmonare) in 1 paziente con una storia di questa condizione (in CIDP), un flare-up di un tipo esistente di anemia (autoimmune aplasia eritroide pura) in 1 paziente (in PIDD), e infiammazione del cuore (miocardite) in 1 paziente (ITP).

Siete invitati a segnalare gli effetti collaterali negativi dei farmaci da prescrizione per la FDA. Visita http://www.fda.gov/medwatch, o chiamare il numero 1-800-FDA-1088.

В2015 Grifols. Tutti i diritti riservati.