trattamenti emergenti per la sclerosi multipla

Non esiste una cura per la sclerosi multipla (SM), ma sono stati fatti molti progressi nello sviluppo di nuovi farmaci per il trattamento di esso. Sono in corso ricerche per sviluppare nuove e migliori terapie modificanti la malattia (DMT) per questa malattia del sistema nervoso centrale.

DMT sono progettati per ridurre la frequenza e la gravità degli attacchi di SM e per ridurre al minimo i danni neurologici che provocano. I 13 DMT approvati dalla Food and Drug Administration (FDA) a partire dai primi anni 1990 sono efficaci ad aiutare a gestire SM recidivante-remittente, che colpisce il 85 per cento delle persone con diagnosi di questa malattia.

Dopo diversi anni, la maggior parte dei casi di sclerosi multipla recidivante-remittente convertono ad una forma gradualmente progressiva della malattia, nota come SM secondaria progressiva. Attualmente DMT disponibili hanno un impatto su questa fase della sclerosi multipla, così si raccomanda il trattamento durante la fase recidivante in precedenza.

Inoltre, circa il 10 per cento delle persone con sclerosi multipla sia stata diagnosticata una forma progressiva (primaria SM progressiva) al momento della comparsa della malattia.

Le nuove terapie stanno emergendo

Sono necessarie ulteriori ricerche

No attualmente disponibile DMT rallentare in modo significativo il peggioramento della forma progressiva primaria di SM. Ma i primi studi suggeriscono che la ocrelizumab sperimentale farmaco può essere efficace nel rallentare la progressione.

I ricercatori stanno imparando di più su come funzionano DMT esistenti per ridurre le recidive e ridurre le lesioni MS-correlati nel cervello. Ulteriori studi saranno determinare se questi meccanismi possono potenzialmente ritardare la disabilità causata dalla malattia.

Gli studi clinici di nuovi DMT, tra cui gli anticorpi monoclonali daclizumab (Zenapax) e Rituximab (Rituxan), così come laquinimod, un farmaco orale, sono in corso e potrebbero offrire nuovi vantaggi rispetto con le opzioni attualmente disponibili.

trapianto di cellule staminali è anche in corso di valutazione come trattamento per la SM. Diversi studi stanno esplorando se distruggere il sistema immunitario e quindi la sua sostituzione con cellule staminali trapiantate in grado di “reset” del sistema immunitario nelle persone con SM.

Sono necessarie ulteriori ricerche per capire meglio come queste nuove terapie funzionano e il modo migliore per usarli come parte di una strategia di trattamento olistico.

Anche se la ricerca iniziale mostra la promessa, i benefici, gli effetti collaterali e la sicurezza a lungo termine di questi nuovi farmaci saranno solo diventato chiaro con ulteriori ricerche.

Con

visitare il vostro medico